lunedì 16 luglio 2018

LA TOSCANA

La Toscana l'ho percorsa già tante di quelle volte... perché è la regione che mi piace di più! 
Alcuni giri li ho dedicati alle sue necropoli etrusche; altri alle sue arti medievali e rinascimentali; ai bei borghi; ad ogni modo quel che mi affascina maggiormente sono i suoi paesaggi collinari. Ma purtroppo c'è un purtroppo! Tranne Siena dove sono tornato l'anno scorso, tutte le altre foto che ho scattato in Toscana (anni '80 e '90) sono diapositive impossibili aggiungere al blog. E, senza scherzare troppo, sono molto dispiaciuto di quest'incognita.      
Invece di descrivere diciamo formalmente questa regione con interessantissimi Beni Italiani UNESCO, preferisco ricordare alcune cose dei viaggi: a Cortona conobbi un contadino che mi regalò un bottiglione di vino bianco poi portato a Bologna; a Grosseto mi ubriacai così tanto che dormii fuori dal ristorante stendendomi vicino a una piazza, e quando al mattino mi svegliai vidi donne che lavavano i panni a poca distanza da me; il Museo della Maremma è l'unico che non mi consentì di scattare foto ai reperti archeologici delle sue vetrine. Elenco dei posti visitati

18 BLOG "IN GIRO PER L'ITALIA"

Quel che vado preparando è una serie di blog coi quali parlo un po' dei posti per me più interessanti visitati durante tutti i viaggi in Italia. Qui a fianco c'è l'elenco dei BLOG preparati fino ad oggi. . . ⇨   ⇨   ⇨   ⇨   ⇨   ⇨
Uno scopo dei blog è quello di collaborare alla diffusione della cultura italiana tra le sue comunità all'estero. In più ho diverse Conferenze che spero di poter svolgere ovunque sia considerato necessario e possibile. Tendo a segnalare che tutte le foto sono mie e scattate sul posto.

mercoledì 30 maggio 2018

PIAZZA DEL CAMPO - SIENA

Di piazze belle nel mondo ce ne sono tante, ma questa ha qualcosa di particolare grazie alla sua forma a conchiglia con nove spicchi dedicati agli altrettanti componenti del Governo dei Nove che, nel Medioevo, portarono Siena ad essere una importante città che considero fra le quattro più belle d'Italia. 
La costruzione della piazza ebbe inizio ai primi del XIV secolo facendosi spazio adatto ai mercati e per le feste della città fra cui il celebre Palio di Siena.
In Piazza del Campo ci sono anche la Fonte Gaia (vasca rettangolare disegnata da Jacopo della Quercia), il Palazzo Sansedoni e il Palazzo Pubblico con la sua Torre del Mangia da cui ammirare tutta la città col suo bellissimo duomo.
Per vedere la piazza con ancora pochi turisti e trovarmi praticamente solo sulla Torre del Mangia (alta 88 metri) mi sono informato dei suoi orari di apertura al pubblico per poi salire lassù praticamente da solo.

FOTOGRAFIE DI SIENA    (foto del 24/8/1986; 09 e 10/5/2017)
Dove rimane   Informazioni

DUOMO di SIENA

La cattedrale metropolitana di Santa Maria Assunta, ovvero il duomo della città, è una delle meraviglie toscane essendo questi uno degli esempi più rappresentativi dell'architettura medievale in Italia giacché la sua storia iniziò tra il XII e il XIII secolo.
Il suo campanile di stampo romanico, e composto da strisce orizzontali bianche e nere, diventa uno splendore quando lo vedi illuminato dal sole.
L'interno della cattedrale conserva capolavori di vari artisti fra cui Bernini, Donatello e Pinturicchio. Fra tutte quelle opere d'arte si distingue un pavimento assai particolare con 56 riquadri a graffito. E la libreria Piccolomini fatta edificare nel 1492 dal cardinale con quel cognome che poi sarebbe diventato papa. E' un incanto osservare quelle pitture del Pinturicchio!
Questo duomo l'avevo già visitato a metà degli anni '80 senza ricavarne una sola foto perché le macchine fotografiche di viaggiatori comuni come me non permettevano tutto quello che ti consentono oggi le reflex digitali. E così stavolta è stato per me un gran piacere giocare con la mia Canon fotografando l'interno della cattedrale.  

FOTOGRAFIE DI SIENA    (Foto del 09 e 10/5/2017)
Dove rimane   Informazioni

MUSEO CIVICO di SIENA

Guidoriccio da Fogliano
Dopo esser salito sulla Torre del Mangia a fotografare bei panorami di Siena, all'interno del Palazzo Pubblico ho visitato le sale di questo museo molto ma molto bello.
Nella sala del Mappamondo risaltano "La Maestà", opera d'arte di Simone Martini - anno 1312, testimoniando la devozione dei senesi verso la Madonna così some dimostra il 15 agosto dimostra il Palio; e l'affresco "Guidoriccio da Fogliano all'assedio di Montemassi" sempre dello stesso autore Martini.  
Nella sala dei Nove apprezziamo "L'Allegoria del Buono e del Cattivo Governo", affresco d'arte non religiosa.
Ma una bella curiosità della visita a musei come questi è il fatto di trovare tanti gruppi di turisti visitare i due o tre punti più importanti per poi lasciarti quasi solo a camminare fra le opere delle altre sale come, per esempio, quella del Concistoro, di Balia, del Risorgimento, la Cappella e l'Anticappella.   
In queste stanze del museo il governo di Siena decideva i destini della città.

FOTOGRAFIE DI SIENA  (foto del 09/5/2017)
Dove rimane   Informazioni

martedì 29 maggio 2018

CERTALDO

Certaldo è un comune di 16.000 abitanti. Ciò che ho visitato e possiamo vedere sull’album fotografico è la zona Certaldo Alto, ovvero il suo borgo medievale rimasto molto simile a quello che fu 650 anni fa quando Boccaccio lo descriveva nella sua opera letteraria “Decameron”.
Bandiera Arancione del TCI, qui troviamo la casa del Boccaccio senza sapere se questa fu soltanto la dimora dove lui scelse spegnersi, o anche la terra che gli diede la vita. Al di là dei suoi monumenti storici, qui troviamo un bell’ambiente silenzioso di cui ogni abitante di città ha bisogno. Raggiuntolo in primavera, e quindi con paesaggi molto verdi, anche i dintorni di Certaldo li ho trovati molto belli. Quel giorno arrivavo da Castelfiorentino per poi dirigermi a Barberino Val d'Elsa "navigando" con la Panda, e devo dire che non mi stancherò mai di guardare le colline. 
Come Petrarca e Dante, anche Boccaccio è uno dei padri della nostra lingua. 

Album fotografico Flickr   (Foto dell'08/5/2017)   
Dove rimane   Informazioni

lunedì 28 maggio 2018

SAN MINIATO

E' stato un mio amico ligure residente in Colombia, a consigliarmi di visitare questa località se fossi passato da quelle parti. Grazie Yuri; spero di poter tornarci trovandola però con il sole!

San Miniato fu fondata dai longobardi quand’era l’VIII secolo. Nel suo castello vi soggiornarono anche Federico Barbarossa e papa Gregorio V. Il Seminario Vescovile è la sua prima costruzione architettonica che salta all’occhio. Interessanti da visitare sono anche le sue chiese fra cui la cattedrale di Santa Maria Assunta e di San Genesio risalente al 1200, senza comunque perdere la rocca di Federico II ubicata sulla somma del colle.  
Ad ogni modo un’altra cosa da non perdere a San Miniato è la sua “mostra mercato nazionale del tartufo bianco delle colline sanminiatesi”. Viene organizzata il novembre di ogni anno.
Album fotografico Flickr   (foto del 08/5/2017)

domenica 27 maggio 2018

ARTIMINO. VILLA MEDICEA E MUSEO ARCHEOLOGICO

Questo paesino è un piccolo borgo, frazione del Comune di Carmignano, nella provincia di Prato. Due cose interessanti mi hanno chiamato a visitarlo. 
Una ragione è il fatto che quelle terre hanno profonde tracce della civiltà etrusca oggi rappresentata all’interno di un modesto ma interessante museo archeologico. Fra i reperti delle sue vetrine risaltano l’incensiere di bucchero e la coppa di vetro azzurro.
Dall’altra parte del viale alberato c’è la villa medicea “La Ferdinanda”, uno dei 54 patrimoni mondiali UNESCO in Italia. Si tratta di una proprietà privata ove, pagando chissà quanto!, svolgere feste fra cui matrimoni e compleanni di figli di papà.
Fu mandata a costruire dal granduca Ferdinando I de’ Medici. E soltanto in quattro anni l’architetto Buontalenti portò a termine quel capolavoro architettonico.
Chiamata anche “villa dei cento camini”, io l’ho visitata almeno esternamente aspettando il richiamo dei guardiani. Mi è andata bene potendo scattare buone foto. Peccato che il tempo non fosse dei migliori!
Album fotografico Flickr   (foto del 07/5/2017)
Dove rimane   Informazioni

sabato 26 maggio 2018

MONTALCINO

Questo borgo di quasi 6.000 abitanti, e della provincia di Siena, è famoso in tutto il mondo grazie al suo vino di nome Brunello (*).
Anche sui documenti storici della guerra tra Firenze e Siena, Montalcino è comunque famoso poiché per la sua posizione, la cinta muraria e i suoi tredici torrioni, questa cittadella fu l'ultima della repubblica di Siena a cadere quando correva l'anno 1559 avendo quindi resistito ai fiorentini per quattro anni. La sua rocca ne è il simbolo.
Rocca dentro la quale non troviamo armi e scudi, ma l'enoteca dove trovare il Brunello a qualsiasi prezzo. Alcuni abissali!
A Montalcino c'è un Museo Civico e di Arte Sacra con reperti archeologici dell'epoca etrusca e romana. Ed io, molto appassionato della cultura etrusca e discendente dei villanoviani, non ricordo perché non visitai quel museo. Peccato!

FOTOGRAFIE di MONTALCINO e PROVINCIA di SIENA  (foto dell'11/5/2017)
Dove rimane   Informazioni

(*) Una delle ragioni per le quali ho portato sia qua che sulle Langhe mio figlio Kuski nato, cresciuto e residente all'estero. In Perù.

venerdì 25 maggio 2018

CARNEVALE DI FOIANO DELLA CHIANA

Grazie al consiglio d'un amico in quel periodo sindaco del comune di Marciano della Chiana, provincia di Arezzo, sono andato a vedere la sfilata dei carri del carnevale di Foiano della Chiana 45 giorni prima di lasciare l'Italia per trasferirmi all'estero. Posso così dire che una piccola parte di me l'ho voluta lasciare anche da quelle parti dell'aretino. E non me ne pento, perché m'è piaciuto.
Questa manifestazione alla quale partecipano i quattro Cantieri in cui è suddivisa la popolazione del paese, risale addirittura al 1539 essendo così uno dei carnevali più antichi d'Italia. 
Alla fine, una giuria composta da cinque persone (un pittore, uno scultore, uno scenografo, un critico d'arte e un giornalista) deciderà chi avrà vinto la sfilata dei carri chiamata anche "corso mascherato".
Forse l'unica incognita è il freddo facendo sì che le dita delle mani non siano molto agili allo scattare le foto.

FOTOGRAFIE del CARNEVALE    (foto del 13-2-1994) 

sabato 24 marzo 2018

MONTERIGGIONI

Il borgo di Monteriggioni (Bandiera Arancione) è un raro esempio di architettura militare medievale. Conserva tutta l'antica cerchia muraria e le sue quattordici torri. Da qui passava la via Francigena: chi entrava dalla Porta Franca o Romea aveva terminato il pelegrinaggio e tornava al nord. Chi vi usciva era diretto a Roma e, magari, anche fino a Gerusalemme.
Interessante visitare la sua pieve di Santa Maria Assunta con semplici ed eleganti linee romanico- gotiche, e l’Abbadia Isola nei suoi dintorni. Ma ancor più bello riuscire a trovare un posto da cui osservare Monteriggioni un po’ da lontano e, senza rumori, lasciar andare la propria fantasia immaginando i pellegrini del Medioevo camminare a un ritmo blando e tranquillo. 
Album fotografico   Foto 10/5/2017   Dove rimane   Informazioni

Bandiera arancione è un marchio di qualità turistico e ambientale conferito dal Touring Club Italiano ai piccoli comuni con un massimo di 15.000 abitanti.

domenica 11 marzo 2018

ITALIA - CONFERENZE DI VIAGGI

Ovunque sia possibile svolgo conferenze turistico culturali promuovendo la conoscenza dell'Italia. Ancor meglio quando si tratta di parlare nelle scuole. Tutte le conferenze, per il momento ne ho pronte 30, sono un insieme dei miei viaggi: tante esperienze, belle fotografie, documentazioni culturali-geografiche-storiche, e molti consigli utili a chi viaggia. Per spiegarti meglio t'invito a entrare in quest'altro mio blog. Per il momento ho 163 esperienze.  

sabato 10 marzo 2018

BORGO DI BUONCONVENTO

Dopo aver visitato Siena per due giorni completi, Kuski ed io decidemmo d'andare a Montalcino quando, guidando la Panda, venni attirato dalle mura di un borgo. Ci trovavamo a Buonconvento. E ne abbiamo approfittato.
La torre civica del palazzo Podestarile la si vede già da fuori, ovvero prima di entrare fra le mura del borgo. Dopo pochi passi lungo via Soccini, la strada principale di Buonconvento, ci si trova già presso la torre. Segnale, questo, che il borgo è piccolo.
La sua chiesa di San Pietro e San Paolo aveva importanti opere di pittura oggi conservate nel museo di Arte Sacra, ma qualche pittura rimane e l'ho fotografato perché lo meritava. In questa chiesa morì Enrico VII, imperatore del Sacro Romano Impero per un solo anno. Dal 1312 alla sua morte l'anno successivo proprio qui a Buonconvento. La storia dice que questi si stava impegnando a ridurre le lotte fra guelfi e ghibellini. La leggenda racconta che un frate lo avvelenò usando un'ostia.
Così come nei comuni di Asciano, Monteroni d'Arbia, Montalcino, Rapolano Terme e Trequanda; anche in quello di Buonconvento ci sono le crete senesi.

FOTOGRAFIE della provincia di SIENA    (foto dell'11/5/2017)

domenica 4 marzo 2018

AUTORE DEI BLOG "IN GIRO PER L'ITALIA"

Mi chiamo William ... nato a Forlì ... cresciuto a Bologna ... abito in Perù da 24 anni ... entra qui per saperne di più
La mia email la trovi entrando nel "Visualizza profilo completo".            (Foto: Valtellina).

SE VUOI CONOSCERE IL PERU'

Se pensi di visitare il Perù puoi scrivermi al inkawilly@gmail.com Poiché lo conosco ormai tutto, ho tante informazioni e consigli pratici che puoi leggere su questo sitoOgni anno ricevo turisti attendendoli a Lima. Altre volte sono gruppi che mi chiedono di preparargli tour noleggiando un pulmino con un autista di fiducia. Non sono un'agenzia turistica per cui non vendo tour. Ma sì darti informazioni utili anche per preparare un budget approssimativo.

giovedì 1 marzo 2018

Toscana - posti visitati

Firenze città metropolitana.
Firenze e il suo Museo Archeologico Nazionale; Barberino del Mugello; Barberino Val d'Elsa; Borgo Petrognano; Borgo San Lorenzo; Castelfiorentino; Certaldo; Cornacchia; Fiesole e il suo Museo Civico; Firenzuola; Museo di Paleontologia di Empoli; Pietramala; Quinto Fiorentino; San Piero a Sieve; Scarperia e Vinci.
---------------------------------------------
Provincia di Arezzo.
Arezzo; Badia Prataglia; Camaldoli; Campigna; Cortona e il suo Museo dell'Accademia Etrusca; Foiano della Chiana; Foreste Casentinesi; Marciano della Chiana e Poppi.    
---------------------------------------------
Provincia di Grosseto.
Grosseto e il suo Museo della Maremma; Ansadonia; Manciano; Roselle; Saturnia; Sorano; Sovana e Vetulonia.
---------------------------------------------
Provincia di Lucca.
Lucca.
---------------------------------------------
Provincia di Pisa.
Pisa; Populonia; San Miniato; Volterra e il suo Museo archeologico Guarnacci.
---------------------------------------------
Provincia di Pistoia.
Pistoia; Pescia e Sambuca Pistoiese.
---------------------------------------------
Provincia di Prato.
Prato; Artimino e il suo Museo Archeologico; Carmignano.
---------------------------------------------
Provincia di Siena.
Siena e i suoi musei Civico e Complesso museale di Santa Maria della Scala; Abbazia di Monte Oliveto; Asciano e i suoi musei Archeologico e Cassioli; Buonconvento; Chiusi e il suo Museo Archeologico; Colle di val d'Elsa; Grotti; Montalcino; Montepulciano e il suo Museo Civico e Pinacoteca; Monteriggioni; Murlo; Pienza e San Gimignano.